La Motivazione nello studio


Il sogno è osare!

La motivazione non è la forza, ma il desiderio che ci spinge

Ciao!

Oggi ti parlo di uno dei capisaldi dell’Apprendimento Efficace: la motivazione! Invece di soffermarmi sulla definizione (ne trovi tante di ben fatte sul web) vorrei focalizzarmi sulla forza della motivazione nello studio e nell’apprendimento.

Ti ricordi quella volta in cui eri proprio curioso di capire come funzionava il tuo primo cellulare? Ti ricordi quanto tempo hai impiegato per leggere le istruzioni (se l’hai fatto), pigiare i tasti e spedire il primo sms?

Magari fino ad ora non avevi mai pensato che per usare il telefonino avresti dovuto imparare ad usarlo, hai dovuto studiarci sopra! Eppure è così! So a cosa stai pensando: Ah, se tutte le materie fossero così facili!

E, in effetti, potrebbero esserlo! :-)

Cosa pensi nei momenti in cui sei assorto a fare qualcosa che ti appassiona veramente e che ti permette di raggiungere un obiettivo a cui tieni tanto? Penso a tutte le volte che hai imparato una canzone a memoria, hai raggiunto un risultato importante o hai compiuto un gesto atletico nello sport, hai imparato uno strumento musicale, hai imparato qualcosa di complicato nella tua materia preferita.. Forse stavi pensando che è davvero troppo difficile, noioso, non ce la posso fare? Sono sicuro che questo non è possibile! Forse hai sentito la fatica data dalla complessità del compito, ma sicuramente ti senti completamente concentrato sul compito, il tuo entusiasmo è così alto che puoi sbagliare 1000 volte e 1000 ricominci, e nel tuo dialogo interiore pensi a COME puoi migliorare..

La Motivazione è quella spinta che ci anima e sostiene un’azione o un comportamento, per soddisfare i propri bisogni.

E’ la motivazione a determinare ciò che si ricorda e ciò che si può dimenticare!

Si dimentica più facilmente ciò che è noioso, ciò chenon piace e ci sembra inutile. Cioè, quando NON si è motivati a ricordare.

La forte motivazione stimola un comportamento deciso e diretto allo scopo, mentre una debole motivazione produce un comportamento incerto e confuso. L’interesse forte verso le materie, la intensa voglia di conoscere, una solida tenacia davanti alle difficoltà sono tutte componenti della motivazione e rendono più probabile il successo e la gratificazione nello studio..

Siccome in un post non si può scrivere in modo diffuso di un argomento (altrimenti avrei scritto uno dei tanti libri in circolazione) preferisco fermarmi qui, per ora.

Ma, prima di salutarti, vorrei farti riflettere su alcune indicazioni per automotivarsi verso lo studio:

1) Ascoltati mentre fai una cosa che ti piace molto. Cosa ti dici? E cosa dici quando fai una cosa che non ti piace?

2) Cura l’autostima

3) Visualizzati positivamente

4) Valorizza lo studio, la scuola, la cultura

5) Elabora un autocontratto

6) Pianifica le attività

7) Fai il Grande Fratello di te stesso

8) Impara a premiarti

Non temere, nei prossimi post ci ritorneremo!

Se il post ti è piaciuto e, se per caso vuoi rispondere ad una delle domande che ti ho fatto sopra.. lo spazio per i commenti è tutto per te!

A presto!

Andrea

Tag: , ,

2 Risposte to “La Motivazione nello studio”

  1. Gennaro Romagnoli Says:

    Grande Andrea…
    ottimo articolo ;-)

    e tanti tanti complimenti per
    questo nuovo progetto che
    sta nascendo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: